Proposte

Condividi questa pagina e fai conoscere Zandra ai tuoi amici

Il rilancio del territorio passa (anche) per la sua crescita ambientale e turistica. Occorre rivalutare e promuovere nel mondo il patrimonio naturalistico, artistico e culturale della città.
Il settore turismo ambientale, al pari degli altri comparti del turismo, può anche generare molti nuovi posti di lavoro (guardie,forestali, rifugi, guide, etc.).
– Ripristinare la segnaletica dei sentieri e itinerari dei boschi del territorio genovese (legge 29 giugno 1939, n. 1497; legge “Galasso” 8 agosto 1985, n. 431 sulla pianificazione paesaggistica, a tutela delle bellezze naturali, urbanistiche, territoriali e socioeconomica);
– Tutelare l’ambiente e le specie animali e vegetali attraverso la creazione di oasi protette e biodinamiche;
– Creare attrezzature e servizi per la gestione di parchi, aree protette, di campeggi, musei e attività turistiche (rifugi, agriturismi, aree di formazione per l’infanzia);
– Promuovere l’installazione, la manutenzione e il ripristino delle recinzioni obsolete e manomesse, sulle alture, per il contenimento della specie animale;
– Restaurare e recuperare i giardini pubblici, le aree giochi e di servizi. Tema molto importante, per poter portare i propri cani, in aree protette e in spazi verdi, sia per la loro tutela, che per la pulizia delle strade;
– Installare distributori di raccolta differenziata automatizzata, per il riciclo della plastica, del vetro e dell’alluminio (inserendo l’oggetto nel distributore-compressore si ottengono premi in buoni spesa);
– Istituire limitazioni alle attività venatorie e di foraggiamento che possono compromettere la salvaguardia dei territori naturali, riguardo la flora e la fauna; abolire le battute di caccia su selezione;
– aree verdi in città da riqualificare e adibire a ‘sgambatoi’ per cani; ciò permetterebbe di avere spazi sicuri e protetti sia per gli animali sia per i cittadini.
– sensibilizzare i cittadini, le imprese, gli enti, le associaizoni, le scuole di ogni ordine, alla tutela e salvaguardia del territorio comunale, attraverso processi di partecipazione e autogestione del patrimonio;
– predisporre dei corsi per tutti i volontari su elementi di etologia, bioetica e girisprudenza sugli animali d’affezione per formare i volontari informati e improntati al modo di essere di Zandra, capaci quindi di sensibilizzare in modo congruo e competente;
– Sterilizzazione dei cinghiali mediante immunostrerilizzazione per mantenere il controllo sulle nascite, evitando di doverli poi abbattere (cfr. Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Animale, Unesco 1978);
– Promuovere la collaborazione con studi veterinari, associazioni e volontari, per il contenimento delle nascite delle colonie feline, con inserimento di casette eco-sostenibili per assicurare un luogo sicuro agli animali.
Ogni cittadino deve sentirsi “Ambasciatore” della propria città, essere parte del programma, puntando sull’ospitalità e l’accoglienza turistica.
L’AMBIENTE E’ UN VALORE UNIVERSALE ATTUALE E PER LE GENERAZIONI FUTURE .
(Unesco, Convenzione sul Patrimonio dell’Umanità).

Condividi questa pagina e fai conoscere Zandra ai tuoi amici

Autore dell'articolo: Zandra