Fenicotteri a Parma

Condividi questa pagina e fai conoscere Zandra ai tuoi amici

Sicuramente è un evento raro quello che è accaduto a Parma. Tre giovani fenicotteri sono stati osservati nei giorni scorsi nella Riserva naturale Torrile e Trecasali, in provincia di Parma.

I tre fenicotteri non presentavano la tipica colorazione rosa ma, invece, avevano una veste bianca e marrone   lunghissime zampe ed il collo altrettanto allungato, con il becco, tipicamente ricurvo verso il basso. Quest’ultimo non serve tanto per afferrare la preda, quanto per filtrare direttamente dall’acqua, grazie a particolari lamelle, quei piccoli microrganismi che costituiscono la parte principale della dieta di questa specie”.

Il felicottero, ama muoversi e percorrere grandi distanze alla ricerca di cibo negli stagni di acqua salmastra, e può succedere,  che qualche esemplare perda la rotta migratoria e finisca in aree lontane da quelle abitualmente frequentate dalla specie. Da qui l’importanza di mantenere corridoi ecologici e aree umide in salute, anche nelle aree umide interne.
La presenza nella bassa parmense di questa specie così lontana dai luoghi da lei solitamente frequentati, non è solo emozionante ma ribadisce con forza l’importanza di avere, anche nella pianura padana, luoghi di sosta indispensabili per la sopravvivenza degli uccelli migratori.

Nome scientifico: Phoenicopterus ruber 

Ordine: Fenicotteriformi 

Famiglia: Fenicotteridi 

CARATTERISTICHE GENERALI 

Trampolieri inconfondibili, i fenicotteri si riconoscono per il piumaggio rosato, le lunghe zampe e il collo allungati in modo sproporzionato. 
Non presenta evidente dimorfismo sessuale, anche se il maschio è in genere più grande della femmina. 

Frequentano le lagune basse e gli stagni costieri, in genere con acque salate, salmastre e alcaline. Il loro volo è inconfondibile: collo disteso in avanti e zampe tenute leggermente pendenti. Il becco, curiosamente ripiegato verso il basso, è un adattamento unico per il filtraggio, la tecnica con cui reperiscono il cibo: dopo averlo riempito di acqua spingono via il liquido con la lingua e grazie a speciali lamelle, che agiscono come le maglie di una rete, trattengono soltanto i piccoli organismi di cui si nutrono, che poi vengono inghiottiti. Si nutrono di piccoli animaletti acquatici, larve di moscerini e piccoli vermi. 

In Europa i fenicotteri sono presenti nel Mediterraneo, concentrati in poche colonie in Sardegna, Francia e Spagna meridionale. Le nidificazioni avvengono in monticelli di fango con una cavità poco profonda,la femmina depone un uovo nel nido di fango e la cova viene fatta da entrambi i genitori.


Condividi questa pagina e fai conoscere Zandra ai tuoi amici

Autore dell'articolo: Zandra